martelletto in legno

DIRITTO CIVILE

Il diritto civile è quella branca del diritto disciplinata quasi interamente all’interno del codice civile del 1942, e nei suoi circa tremila articoli.

Esso trova comunque la propria fonte anche in alcune leggi complementari emanate nel corso degli anni: lo Statuto dei lavoratori legge 300/70 la legge sul divorzio n. 898/70, sul diritto di famiglia n. 151/75 poi novata dalla legge n. 74/87, la legge sull’equo canone n.392/78 poi parzialmente abrogata dalla legge 431/98, di recente la legge sul condominio n.220/2012 e tante altre.

L’avvocato civilista è quindi quel professionista che si occupa di controversie inerenti al diritto di famiglia, delle successioni, della proprietà e degli altri diritti reali, delle obbligazioni e dei fatti illeciti, e del lavoro.

Appartengono alla branca dunque del diritto civile: le successioni, con i vari tipi di testamento, come ad esempio il testamento olografo, che è scritto di pugno dal testatore e senza la presenza del notaio e le problematiche ad esse afferenti tra cui la lesione di legittima, la disciplina di legati, e le divisioni ereditarie; i diritti reali (come ad esempio il diritto di usufrutto o il diritto di superficie, o le servitù prediali) e le problematiche afferenti ai diritti dei confinanti tra proprietari.

Costituiscono poi tematiche di grande attualità il contratto e i fatti illeciti che, secondo gli articoli 1173 e 2043 c.c. sono fonti di obbligazioni. Gli stessi rilevano ad esempio ai fini della responsabilità e risarcimento del danno per malasanità.

È possibile contattare l’avvocata Rosaria Petrolà per un colloquio o un preventivo non vincolante.

Condividi sui tuoi social